24 Set

Un consiglio ai nostri amici antivaccinisti: state attenti ai siti e alle pagine facebook che frequentate!!!

Vi riportiamo l’esempio della pagina VACCINI BASTA dove ci ha bannato eliminando i nostri commenti solo perché abbiamo svelato alcuni ERRORI MOLTO GROSSOLANI che hanno commesso in un loro post.

Vi sottolineiamo solo due delle tante BUGIE che hanno scritto ma se gradite potremmo anche andare avanti:

 1

“se il tetano non è un virus perché si continua ad usare un vaccino antivirale?”

 2

 

Il vaccino esavalente è appunto un vaccino polivalente che contiene 3 diverse componenti, alcune antivirali, altre antibatteriche e altre “antitossiche”. come potete vedere dalla foto estrapolata dalla scheda tecnica, le componenti antivirali sono rappresentate da virus inattivati (3 ceppi del virus della poliomielite) e dagli antigene di superficie del virus dell’epatite B (ovvero da quelle molecole che ricoprono il virus e che ne determinano il riconoscimento e la distruzione da parte del sistema immunitario); le componenti antibatteriche sono costituite dagli antigeni della bordetella pertussis (emoagglutinina filamentosa che è responsabile dell’attacco alle cellule della mucosa che riveste la gola e pertactina che sta sulla superficie esterna del batterio e ne permette l’adesione alle stesse cellule) e dal polisaccaride dell’haemophilus influenzae b che ne è l’antigene); un’ultima componente è quella “antitossica” che consiste nei tossoidi difterico, tetanico e pertossico. il tetano (come la difterite e la pertosse) infatti non è causato da un virus ma da un batterio il cui meccanismo patogeno è legato alla liberazione di una tossina che agisce, bloccandoli, sui meccanismi che permettono il rilasciamento muscolare, causando di conseguenza una contrazione continua dei muscoli (tetania).

  3

 

Mancano proprio le basi a quelli di VACCINI BASTA, eh?

Ma, se fin qui è un problema di IGNORANZA, dopo si passa alla MENZOGNA e alla FALSIFICAZIONE dei dati.

Dicono infatti che il tetano “in Europa non è MAI stata una malattia dei bambini (…). Anche prima della vaccinazione i casi erano QUALCHE CENTINAIO ALL’ANNO e, allora come oggi, si riferiscono quasi sempre ad anziani.

TETANO in Italia, la verità: ( 2001/2010 )

594 casi IN 10 ANNI

343 di questi ERANO VACCINATI

471 ultra 64enni

SOLO 2 CASI SOTTO I 14ANNI

http://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/24370712”

 

Tenendo presente che dal 1968 la vaccinazione contro il tetano è stata resa obbligatoria per tutti i nuovi nati (mentre prima del 1968 si vaccinavano solo alcune categorie a rischio), di seguito trovate un grafico relativo all’andamento nel tempo dei casi di tetano in Italia con i dati relativi ai bambini di età compresa fra 0 e 14 anni segnalati a parte con la barra più chiara. cosa si evince? Che prima delle campagne di vaccinazione, il tetano era più frequente sopra i 14 anni (6158 casi in 10 anni, circa 615 l’anno) ma 1572 bambini in 10 anni vuol dire in media 157 bambini l’anno: sono pochi 772 casi l’anno in media di cui il 20% con meno di 14 anni, visto che si parla di una malattia con una mortalità fino al 50%?

4

Si ma…citano uno studio che dice che fra il 2001 e il 2010 erano tutti anziani e 343 su 594 persone che hanno avuto il tetano erano vaccinati!!!

Ecco, qui siamo alla MENZOGNA bella e buona!

Lo studio che linkano è stato pubblicato sulla rivista Vaccine nel 2014 da Filia e collaboratori dell’Istituto Superiore di Sanità e dice che la maggior parte delle 594 persone che avevano contratto il tetano fra il 2001 e il 2010 avevano più di 65 anni… dov’è la menzogna?

 5

Vi siete chiesti perché? Forse perché nati prima del 1968 e quindi non vaccinati o vaccinati in maniera incompleta (come concludono gli Autori)?

Vediamo cosa supporta questa affermazione:

  1. di 594 casi di tetano riportati era noto lo stato vaccinale di 343 pazienti…quindi non sono 343 pazienti vaccinati ma 343 pazienti che hanno fornito informazioni sulla propria vaccinazione antitetanica; di questi solo 34 (e non 343) erano stati vaccinati per il tetano, ma solo di 21 di essi si sapeva il numero di richiami: 12 avevano fatto 1 sola dose e 9 più dosi ma solo 1 aveva fatto il ciclo completo (vedi l’estratto dall’articolo riportato di seguito). cacchio, solo 1 vaccinato… ma non erano 343 secondo VACCINI BASTA?
  2. nella seconda parte dello studio, gli Autori selezionano 3604 soggetti fra 0 e 95 anni dalla popolazione generale e vanno a vedere, in base all’età, quanti avevano un titolo anticorpale sufficiente a garantire protezione; risultavano protetti il 78.6% dei bambini con meno di un anno e l’87% degli adolescenti fra 15 e 24 anni ma solo il 43.4% dei soggetti fra 45 e 64 anni, il 26.6% di quelli fra 65 e 74 anni, il 27.9% di quelli fra 75 e 84 anni e solo il 17.1% delle persone con più di 85 anni, probabilmente perché le persone con più di 65 anni non hanno mai ricevuto una vaccinazione contro il tetano.

Conclusioni?

In epoca prevaccinazione obbligatoria infantile, il 20% dei casi di tetano si verificavano nei bambini… ancora convinti che il tetano non colpisce i bambini? In media si parla di 772 casi anno di una malattia letale fino al 50% dei casi… convinti che siano “poche centinaia”?

Dopo l’introduzione dei vaccini, l’80% circa dei casi si verifica in persone che hanno più di 65 anni e il 19% circa dei casi in persone con più di 45 anni perché entrambe le classi di età hanno raramente una quantità di anticorpi sufficiente ad essere protettiva… non dipenderà dal fatto che non hanno mai ricevuto il vaccino o non hanno fatto sufficienti richiami?.

EPIC FAIL per VACCINI BASTA!!!

Nessun Commento

Post A Comment

Facebook IconYouTube IconTwitter Icon

Send this to a friend